In cammino sulle strade della via francigena

via francigena toscana da lucca a siena

Cammineremo seguendo il percorso “ufficiale” descritto da  Sigerico, Arcivescovo di Canterbury.

Cammineremo seguendo il percorso “ufficiale” descritto da  Sigerico, Arcivescovo di Canterbury, che nel 990 d.C., durante il suo viaggio di ritorno da Roma, decise di prendere nota di tutto l’itinerario, dando vita a quella che poi è diventata la Via Francigena.

Cammineremo nella Toscana che tutti amano, quella Toscana fatta di dolci colline, vigneti e strade bianche; attraverseremo piccoli borghi, ammireremo antichi santuari e degusteremo l’ottima enogastronomia.

Insomma…Benvenuti in Toscana !!

1°Giorno

Ritrovo a Lucca nel primo pomerggio. Una volta effettuata la vostra registrazione, avrete il tempo di visitare in libertà la città, rimanendone affascinati. Bellissime le mura che la circondano, il secondo maggior esempio in Europa di mura costruite con i principi delle fortificazioni moderne e conservate completamente integre. Un anello di circa 4 km sopra le mura da percorrere a piedi o noleggiando una bicicletta; sarà un’esperienza che non dovrete perdere.

Pernottamento Lucca

2°Giorno Lucca > Altopascio  > San miniato 29 km,

Dislivello: D+ 350 m ca

Tappa 29

Tralasceremo la prima parte del percorso da Lucca ad Altopascio, non essendo di grande rilevanza ed essendo sviluppata in grandissima parte in zone molto urbanizzate e con molto traffico; per questo motivo non è stata inclusa nell’itinerario.

Dopo un piccolo trasferimento arriveremo ad Altopascio, dove avrà inizio il nostro cammino sulla Via Francigena; procederemo in direzione delle Cerbaie, fino ad arrivare all’antico ponte Mediceo di  Ponte a Cappiano.  Attraversando una antica palude, ormai bonificata, arriveremo a Fucecchio, dove sarà possibile visitarne il centro storico, per poi attraversare il famosissimo fiume Arno e continuare fino a  raggiungere il Borgo di San Miniato, un piccolo vero gioiello della Via Francigena.

3° Giorno San Miniato > Gambassi Terme 25 km,

Dislivello: D+ 600 m 

Tappa 30

La vera porta della Toscana. Già uscendo dal paese, infatti, la Val d’Elsa, ci regala un paesaggio fatto di dolci colline, vigneti e colori. Una tappa impegnativa, per la sua lunghezza, ma molto bella a livello paesaggistico; una tappa ricca di saliscendi su percorso misto che ci porterà a raggiungere il caratteristico borgo di Gambassi Terme.

4° Giorno Gambassi Terme > San Gimignano 15 km,

Dislivello: D+ 400 m

Percorreremo la Tappa 31; questa sarà una una tappa breve, ma che vi rimarrà impressa per la bellezza dei crinali della Val D’Elsa e del suo paesaggio! Diversi i punti di interesse che troveremo lungo il percorso, come il Santuario di Pancole o il piccolo paese di Collemuccioli, reso caratteristico dalle decorazioni di terracotta appese ai muri delle case.

Nelle vicinanze di San Gimignano ci fermeremo per una meritata degustazione Enogastronomica dei prodotti tipici della zona, prima tra tutte la famosissima Vernaccia!!

Ripreso il cammino, raggiungeremo, dopo circa 1 km, la Porta di San Matteo, da dove entreremo a San Gimignano, uno dei borghi medioevali più belli e conosciuti al mondo, dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco; uno splendido borgo medievale con le sue mura millenarie ottimamente conservate. 

5° Giorno San Gimignano > Monteriggioni

DISLIVELLO: +513

31km

TAPPA 32

Considerata da molti una delle tappe più belle e, allo stesso tempo, impegnative, a causa della sua lunghezza, della Via Francigena.

Dopo un tratto iniziale su asfalto, entreremo nella natura che ci accompagnerà per ore lontani dai percorsi più battuti e dalle strade trafficate.   

Percorreremo continui saliscendi, attraversando piccoli guadi, primo tra tutti quello nei pressi del Molino d’Aiano. Un sentiero in ascesa ci porterà alla pieve romanica di Santa Maria a Coneo, da dove proseguiremo in direzione di Gracciano, le antiche terme delle Caldana, per poi raggiungere Strove, con la sua bella Pieve romanica, fino ad  arrivare ad Abbadia a Isola, fondata nel 1001 da Ava, contessa longobarda; infine, raggiungeremo il borgo di Monteriggioni, cinto da un sistema murario perfetto..”un luogo magico e favoloso”, scriveva Dante Alighieri nella Divina Commedia.

6° Giorno Monteriggioni > Siena

20 km, Dislivello: D+ 350 m

TAPPA 33

Ultima tappa dell’itinerario. Raggiungeremo Siena attraverso un percorso molto suggestivo e vario, fatto di continui saliscendi, sentieri nel bosco, strade bianche e qualche tratto asfaltato, che ci porterà fino alla nostra meta: La celebre Piazza del Campo.

Richiedi maggiori informazioni su date e costi.